5
Psicotico
Ordina

Puzzle

Lucas Chardon è rinchiuso in un ospedale psichiatrico e per la prima volta chiede di raccontare come sono andate le cose il giorno in cui la sua vita è cambiata per sempre.

Quel giorno, la polizia ha rinvenuto otto cadaveri trucidati in un rifugio. Insieme a loro c’era lui, in lacrime, ricoperto di sangue e privo di memoria.

Altrove, Ilan Dieduset riceve una telefonata: è la sua ex ragazza, Chloé. Dice di aver trovato l’ingresso a Paranoia, un ambitissimo gioco di ruolo gestito da un’entità misteriosa: tutti lo stanno inseguendo, ma nessuno conosce le regole. Ilan è stato un giocatore compulsivo, in passato, e la tentazione è troppo forte.

Dopo un inquietante processo di selezione, Ilan e Chloé, insieme ad altri sei candidati, vengono convocati in un ospedale psichiatrico in disuso isolato tra le montagne.

Regola numero uno: niente di quello che stai per vivere è vero; questo è un gioco. Regola numero due: uno di voi morirà.

La partita comincia e, quando il gruppo inizia a sospettare la presenza di un intruso, la paranoia prende lentamente corpo.

Con il passare delle ore, la competizione assume forme sempre più perverse, in una sorta di folle e angosciante meccanismo.

Dove finisce il gioco e dove comincia la realtà? Chi accetterebbe di morire per un gioco?

Dal re del thriller francese, un nuovo successo da 450.000 copie vendute: un enigma intricato, sorretto da un’ambientazione da brivido e una tensione costante.

Un Puzzle diabolico che non lascerà più dormire i lettori.

RECENSIONE

Inizio con un’affermazione: Thilliez è un genio.

Ciò detto, possiamo partire alla scoperta di questo incredibile thriller – Puzzle – dalle tinte psicologiche profonde.

22 dicembre

Rifugio Gran Massif nel cuore delle Alpi

8 corpi

8 corpi senza vita

Un unico sopravissuto…Lucas Chardon

Lucas che non ricorda assolutamente nulla, Lucas che ha comunque in mano quella che sembra l’arma del delitto, Lucas che è macchiato di sangue.

Non ricordo nulla“.

L’ospedale psichiatrico è l’unico luogo dove esso possa stare, giudicato incapace di intendere e volere.

Un tentativo di suicidio, porta il soggetto in coma…un coma dal quale si sveglierá con una storia da raccontare alla sua psichiatra Sandy Cléor.

Solo una cosa deve recuperare per partire…II AN 10-2-7.

Un racconto inquietante, Puzzle, un racconto di paranoia…un gioco di ruolo.

Un racconto che parte con Ilan Dieduset che si sveglia nella sua casa fredda, solo. Solo perché i genitori sono scomparsi in mare, a bordo della loro Hudson Reed, solo perché la sua fidanzata Chloé è diventata la sua ex.

Ma ella ricompare alla sua porta con una richiesta e con un’affermazione: ho trovato l’ingresso di Paranoia.

Ilan non vorrebbe nemmeno ascoltarla, non ne vuole più sapere, lui ne è uscito…non vive più per cacce del tesoro e giochi di ruolo.

Ma poi pensandoci cos’ha da perdere?

Magari tutto lo condurrà alla verità sulla morte dei genitori, che lui pensa siano stati uccisi per colpa dei loro studi, studi sulla mente umana.

Ilan poi ha delle strane sensazioni….si sente spiato, seguito…qualcuno è entrato in casa mia.

Sono dappertutto, non sono da nessuna parte. Solo ombre.

Oltretutto fa degli strani sogni…

Sala 27

Un laccio attorno al collo

Una carta dei tarocchi

Un tentativo di suicidio…

Qui giù c’è il Caos ma in cima troverai l’equilibrio. Le risposte sono tutte lì.

Così recita l’enigma scritto dal padre, quello che misteriosamente è sparito da casa sua…delle frasi legate anche a delle H e dei numeri che sembrano del tutto casuali…

Ilan alla fine si convince e si reca dove Chloé ha indicato, alla chiatta Abilify.

Da qui non si torna più indietro.

Da qui ogni singola azione avrà qualcosa di perverso ed indecifrabile.

Come la ragazza che lo urta nella chiatta, la stessa ragazza che scopre essere una certa Béatrice Portinari, la stessa della quale ha ricevuto erroneamente la posta…la medesima che gli da appuntamento in un appartamento per spiegare ogni cosa.

Peccato che al suo posto ci sarà un corpo senza vita di un’altra donna.

Ilan è disperato, paranoico…deve parlarne a Chloé. Ma se fosse il gioco? Se nulla fosse realtà? Lei è viva!!

Complimenti Ilan e Chloé vi siete guadagnati un posto tra gli otto concorrenti finali di Paranoia.

Un luogo: ospedale psichiatrico abbandonato, Swanessong

Un gruppo: Ilan, Chloé, Naomie Fée, Gygax, Gaël Mocky, Ray Leprince, Frédéric Jablowski, Maxime Philoza

Un controllore invisibile: Virgile Hades

Dei principi: è solo un gioco, è reale ma non lo è davvero…uno di voi morirà.

Ognuno di loro avrà degli obiettivi da perseguire. Ogni obiettivo porterà a sbloccare il successivo, ogni obiettivo li condurrà più vicini al grosso premio in denaro.

Che poi chi metterebbe così tanto denaro in palio? Chi si nasconde dietro Paranoia?

Ilan legge il suo primo obiettivo e rimane interdetto: esplorazione della camera 27, 27 come nel suo sogno.

Da qui un escalation continua, colpi di scena, paure, buio, luce, sirena, chiavi che aprono grate, luoghi inaccessibili, buio e ancora buio, sangue e ancora sangue….strane siringhe…

Un protocollo Mennode

Caso C.J.Lorrain

Elettroshock

Associazione di parole

Sedia da dentista

Cinghie che legano

Svenimenti

Docce calde

Strani segni sul corpo, sui corpi di tutti tranne uno

Mani fredde

Personalità multiple

Un finale da cardiopalma, al limite della legalità, vi darà la mazzata finale.

Un thriller – Puzzle – da leggere tutto di un fiato, da scoprire, assaporare, da perderci la testa e la sanità mentale.

Che poi il nome Ilan Dieduset non vi pare strano?

A voi scoprire ogni cosa…

E ricordate, se trovate dei cigni neri la vincita sarà più alta.

Thilliez si dimostra ancora una volta un autore straordinario, dalla bravura ineccepibile, dalla caratterizzazione ottima, dalle ambientazioni da brividi e pelle d’oca.

Le montagne, la tormenta di neve, il buio totale, i lampi di luce.

Stile narrativo incalzante, coinvolgente.

Un’avventura che non dimenticherete, che probabilmente sognerete.

Io vi ho avvisati…

AUTORE

Franck Thilliez è un ingegnere e scrittore francese. È nato ad Annecy e vive nel Pas-de-Calais, nell’estremo Nordest della Francia.

Ingegnere informatico, è appassionato di tecnologie telematiche.

Nel 2004 pubblica il suo primo libro Train d’enfer pour Ange rouge.

 Ha vinto i premi Les Prix des lecteurs «Quais du Polar» 2006 e Prix SNCF du Polar 2007 con il libro La Chambre des morts.

Giallista di grandissimo successo, i suoi libri hanno venduto un totale di sette milioni di copie e nel 2021 è stato tra i tre autori più venduti in Francia in assoluto.

Attualmente vive tra Pas-de-Calais, Antille e Guyana. Fazi Editore ha pubblicato Il manoscritto nel 2019, Il sogno nel 2020 e C’era due volte nel 2021.

Puzzle è la sua ultima opera pubblicata in Italia da Fazi editore

Puzzle di Franck Thilliez
Concludendo
Un libro superbo al limite della follia
Pro
Stile narrativo coinvolte ed incalzante
Trama intricata dai riscontri psicologici forti
Genialità di sviluppo
Contro
Nulla
5
Psicotico
Ordina

Il libro del mese