Gioco di Sangue di Giannicola Nicoletti

3
Agghiacciante
Ordina

Gioco di sangue

Germania 1944: sullo sfondo della minaccia nazista, un uomo dà la caccia a un nuovo orrore.
Mentre l’Europa è sconvolta da un vortice di morte, il Detektiv Braum ingaggia una spietata corsa contro il tempo per sottrarre altre vittime alla “Sinfonia di Sangue”.

Gioco di Sangue, di Giannicola Nocoletti, è un thriller serrato e avvincente, ambientato nella Germania nazista, sulla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Protagonista è il Detektiv Frank Braum, detto “Bluthund”, ossia segugio, un investigatore privato dall’animo nobile e dal cuore generoso. Fortemente critico del Terzo Reich, questi si trova immischiato in una caccia all’uomo senza respiro, volta a fermare un sadico assassino che miete vittime a volontà, sfruttando il disinteresse del regime nazista per le sue prede, essendo queste principalmente di origine ebraica.

Scritto alla prima persona, con uno stile che ricorda quello di Dick Tracy, il famoso detective creato da Chester Gould nel 1931, Braum racconta questa sua spietata caccia all’uomo, tra inseguimenti rocamboleschi, scazzottate e orribili e trucidi omicidi.

Nonostante una ambientazione storica non sempre convincente, l’autore riesce a mantenere l’attenzione del lettore, soprattutto grazie al susseguirsi di eventi e colpi di scena, in una trama che, con qualche scorciatoia, porta gli eventi alla loro logica e prevedibile conclusione.

Il protagonista, Frank Braum, appare come un personaggio monodimensionale, il tipico buono da serie televisiva: tutto d’un pezzo, duro a cuocere e ossessionato dal proprio lavoro, con un senso assoluto della giustizia e una tendenza a mettersi in situazioni da cavalier servente. Questo elemento fa sì che il lettore si affezioni poco al personaggio, nonostante abbia alcune caratteristiche che lo renderebbero apprezzabile.

Lo stile curato, tanto nella scrittura come nella grafica, rappresenta certamente un elemento positivo. Ancora più lodevole essendo un volume pubblicato senza il supporto di una casa editrice, e denota, da parte dell’autore, amore e cura per la sua opera.

Le descrizioni molto dettagliate degli omicidi, con lunghi passaggi sanguinolenti, decisamente splatter, e che sono un elemento distintivo di questo autore, possono essere un notevole freno per alcuni lettori dallo stomaco debole.

Editore: Self Publishing
Pagine: 232
Anno pubblicazione: 2022

Giannicola Nicoletti nasce nel 1981 a Castellana Grotte in provincia di Bari.

Lascia Matera per trasferirsi a San Paolo, in Brasile, dove fa della scrittura la sua professione. Scrittore di romanzi thriller/horror, gialli e storici, adora usare la sua fervida immaginazione per metterla poi a servizio dei lettori.

Gioco di Sangue è il suo terzo libro pubblicato ed è stato premiato in Brasile come miglior libro thriller nel concorso letterario Clarice Lispector edizione 2023, dopo Incubo Reale (2018) e La Cattedrale del Male (2022).

Il suo ultimo lavoro s’intitola Una parte di Me (2023).

Gioco di Sangue di Giannicola Nicoletti
Concludendo
Un thriller pulp per stomaci forti
Pro
Ritmo veloce e serrato
Contro
Scene molto cruente
3
Agghiacciante
Ordina