, ,

Intrigo a Tokyo di Hotate Shinkawa

Intrigo a Tokyo
So che non sempre mi comporto da brava persona.

Intrigo a Tokyo

Recensione di Ersilia Facciolo

TRAMA

A Tokyo non è facile fare carriera. A maggior ragione se sei bella e femmina. Così Reiko, avvocata, determinata e testarda, lavora notte e giorno, decisa a farsi strada (e a fare soldi) in un mondo di maschi. Quando però il suo ex fidanzato, unico erede di una ricchissima famiglia di industriali, muore, il suo testamento lascia tutti di stucco: le sue ricchezze andranno alla persona che…lo ha ucciso.

Reiko decide di indagare. Ci dev’essere qualcosa sotto…E, visto che il suo ex sembrerebbe, stando alle prime analisi, morto di influenza, Reiko comincia a collaborare con un vecchio compagno di scuola amico di entrambi perché sia lui a essere designato come erede dell’immenso patrimonio.

Patrimonio di cui, in quel caso, Reiko riceverebbe una consistente percentuale. Ma non ha fatto i conti con i terribili segreti che si nascondono nel passato del suo ex fidanzato e col fatto che di assassini ce ne sono, eccome, nella sua ricchissima famiglia.

RECENSIONE

Leggendo la sinossi di “Intrigo a Tokyo”, ci si aspetterebbe un thriller in cui, ad ogni capitolo, salta fuori un assassino, ma non è così.

Infatti, ci troviamo di fronte ad un giallo godibilissimo, perfetto da leggere sotto l’ombrellone. Non ci sono infodump inutili e la storia è ben congegnata.

All’inizio si fa fatica ad entrare nell’ottica di Reiko, la protagonista, saccente, nervosa, dal carattere esplosivo e con una lingua tagliente.

Inoltre, fortemente attaccata al denaro, farebbe qualunque cosa pur di accumularne sempre di più. Il suo obiettivo nella vita, infatti, è quello di fare soldi.

Fortunatamente Reiko cambia nel corso della narrazione: pur restando scontrosa, diventa più malleabile. La sua evoluzione è la cosa che ho maggiormente apprezzato nel libro.

Nonostante possa sembrare una persona molto materialista, la donna farà di tutto per scoprire chi c’è dietro alla strana morte del suo ex fidanzato. Non si lascerà intimidire da nulla, neanche dai segreti che le svelerà lo zio del defunto.

Forse dietro alla morte di Eiji, si nasconde un piano ancora tutto da scoprire perché, andando avanti nella storia, Reiko verrà a conoscenza di dettagli che potrebbero ribaltare la posizione di alcuni personaggi.

Ognuno di loro potrebbe essere il misterioso assassino, hanno tutti qualcosa da perdere a causa di quello strano testamento. Ma, in particolar modo, perché la notte prima di morire Eiji ha cambiato le sue volontà? Chi voleva proteggere?

Ci sono molti nodi da sciogliere e Reiko, sempre più sola nella sua indagine, deve fare affidamento sulla sua arguzia e sul suo ingegno, sperando di arrivare in tempo prima che l’assassino colpisca ancora.

La sua testardaggine la porta a scoprire misteri e segreti che costituiscono dei veri e propri colpi di scena all’interno del romanzo.

In “Intrigo a Tokyo”, Hotate Shinkawa ha messo in scena le problematiche familiari, analizzando a fondo il rapporto tra padri e figli, evidenziando ogni piccola sfumatura, dalle incomprensioni all’orgoglio per la propria discendenza.

Inoltre, le sottotrame legate ad ogni singolo personaggio, sono perfettamente bilanciate per arrivare al nocciolo della storia.

La vicenda viene narrata dal punto di vista della protagonista attraverso un linguaggio fluido e diversi flashback che evidenziano dei particolari del passato.

Intrigo a Tokyo” è, per alcuni versi, un giallo atipico, ma molto ben costruito. Alcune situazioni sono decisamente improbabili, ma questo è un particolare che si riscontra in molti romanzi scritti da autori giapponesi.

TRADUZIONE: Stefano Lo Cigno

EDITORE: Piemme

PAGINE: 256

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2024

AUTORE

Hotate Shinkawa Intrigo a Tokyo

Hotate Shinkawa è nata a Dallas nel 1991, Hotate Shinkawa è cresciuta a Miyazaki. Ha studiato legge all’università di Tokyo e ha lavorato alcuni anni come avvocata. Il suo esordio, Intrigo a Tokyo, è un bestseller da 1 milione di copie in Giappone e ha vinto il principale premio letterario dedicato ai thriller. Shinkawa è anche una giocatrice professionista di mahjong.

Condividi questo articolo:

Potrebbero interessarti anche: