Karsten Dusse: Inspira, espira, uccidi

3.5
Esilarante
Ordina

E se qualcuno applicasse alla lettera i princìpi della mindfulness per liberarsi dei propri problemi, facendoli fuori uno a uno (non solo in senso metaforico)? È quello che succede a Björn, avvocato in carriera dalla clientela molto esigente, quando la moglie lo spedisce a fare un corso di mindfulness minacciando di divorziare e di allontanarlo dalla figlioletta. A meno che non impari a conciliare famiglia e lavoro. Ma non è semplice applicare quei sani princìpi quando il tuo maggiore cliente è un mafioso narcotrafficante, che per sfuggire alla polizia si nasconde nel tuo bagagliaio durante una gita con tua figlia. Per impedire al lavoro di entrare nella sfera privata, Björn ha un’unica scelta: lasciare il “lavoro” nel bagagliaio sotto al sole, con conseguenze letali ma salvifiche. Finché la scomparsa del boss lo obbliga a prendere in mano la gestione dei suoi loschi affari e… sostituirlo! Inspira, espira, uccidi è la storia di un omicidio deliberato ma non premeditato, un’inaspettata fusione tra una guida di mindfulness e un poliziesco, e soprattutto un originale romanzo di intrattenimento.

RECENSIONE

La traduzione letterale di mindfulness è “consapevolezza”, e la pratica di questa disciplina è incentrata proprio sulla consapevolezza del momento presente, di sé stessi, delle proprie emozioni e delle proprie reazioni in maniera non giudicante. Solo attraverso la presenza e l’assenza di giudizio è infatti possibile raggiungere uno stato di benessere. Lo sa bene Björn, che decide di dare una svolta alla sua vita e di seguire il consiglio della moglie abbracciando questa disciplina con l’aiuto di un coach. Sembra però essere l’ultima persona al mondo in grado di seguire gli insegnamenti del suo nuovo maestro: è un avvocato spietato che dedica la propria vita a difendere i criminali della peggior specie e che ha completamente annullato il sacro confine che dovrebbe esistere tra lavoro e vita personale, sempre indaffarato a risolvere le situazioni a dir poco caustiche in cui si caccia il suo maggior cliente, il capo di una banda mafiosa. Eppure Björn si impegna con tutto sé stesso, e i risultati non tardano ad arrivare. La prima cosa da fare è tracciare una linea netta e capire dove finisce il lavoro e dove inizia la famiglia. Peccato che il suo cliente non sia d’accordo, e pretende che sia sempre a disposizione. Come affrontare le pretese di un mafioso narcotrafficante che ci impedisce di realizzare noi stessi con continue richieste di attenzioni? Semplice: respira e concentrati sul momento presente. Espira e risolvi un problema alla volta. E così, mentre il nostro protagonista segue alla lettera le parole scritte nel libro del suo coach, si focalizza talmente tanto sul suo weekend al lago con la figlia da dimenticare che il cliente ora è rinchiuso nel suo bagagliaio. Morto. Ops.

Dusse dà vita a un thriller dallo humor irresistibile e dissacrante, e lo fa senza in alcun modo ridicolizzare o prendere in giro la mindfulness. Anzi, segue proprio i suoi insegnamenti: la inserisce nella vita di tutti i giorni senza preoccuparsi di giudicare. Non importa se il suo protagonista resta sempre più invischiato in una rete di problemi e minacce che sembrano non volergli dar pace, è un’ottima occasione per imparare. Si prende un problema, lo si isola, lo si risolve, e poi si passa ad altro. Hai dovuto fare qualcosa di brutto o moralmente sbagliato per risolverlo? Certo che no, rilassati! Non esiste giusto o sbagliato, sono concetti fluidi, mutevoli, figli della critica. E noi fuggiamo dalle critiche.

Questo libro non solo diverte e intrattiene alla perfezione, riesce anche a educare mettendo in pratica concetti che a una prima lettura potrebbero sembrare astratti e difficilmente applicabili alla vita di tutti i giorni. Gli esempi pratici sono senza dubbio più utili della mera teoria. Affogate nello stress? Il vostro capo non vi dà un attimo di respiro? In famiglia non trovate la pace che vorreste? Se ce l’ha fatta Björn, potete farcela anche voi. Ecco, magari sarebbe meglio evitare l’omicidio come soluzione.

Traduzione: Rachele Salerno
Editore: Giunti Editore
Pagine: 396
Anno pubblicazione: 2022

AUTORE

Karsten Dusse è un avvocato e autore di format televisivi di grande successo. Inspira, espira, uccidi è il suo romanzo d’esordio, il primo di una serie di thriller che hanno scalato la Top Ten dello Spiegel e non ne sono mai usciti da due anni a questa parte. La storia del cinico eppure ingenuo avvocato Björn Diemel, che diventa un vero e proprio criminale grazie alla mindfulness, ha conquistato milioni di lettori in 13 Paesi e sarà presto un film.

Karsten Dusse: Inspira, espira, uccidi
Concludendo
Un thriller divertente e fuori dalle righe che riesce mette in luce i concetti e i paradossi di una delle pratiche più gettonate degli ultimi anni.
Pro
Lo humor
Il finale inaspettato
Lo stile fluido e scorrevole
Contro
Manca un po’ di profondità
Stereotipizzazione dei personaggi femminili
3.5
Esilarante
Ordina
(Visited 2 times, 2 visits today)