,

La lista dei sospetti: Megan Miranda

la lista dei sospetti

Tre puntini sullo schermo del telefono. Sadie che sta rispondendo al mio ultimo messaggio. E poi più nulla… Avery Greer neanche ricorda cosa fosse la sua vita prima di Sadie. Sadie che, con la sua famiglia ricca e perfetta, ogni estate arrivava per le vacanze a Littleport, nel Maine, la cittadina sull’oceano dove Avery è nata e cresciuta e che, dopo un inverno fantasma, ogni anno si risveglia per la bella stagione. È così che è nata la sua amicizia con Sadie – la ragazzina di città che tornava d’estate a riempire l’esistenza vuota della ragazzina del posto. Per sei anni, Avery e Sadie sono state inseparabili. Fino a quella notte. Quando, durante una festa, ai piedi della scogliera viene ritrovato un corpo senza vita. Quello di Sadie. L’ultimo contatto che Avery ha avuto con lei sono stati tre puntini sul telefono, il segnale che dall’altra parte qualcuno stava scrivendo… ma poi i puntini sono scomparsi, ed è rimasto solo il silenzio. Adesso Avery è costretta a fare i conti con quel silenzio, e non solo. La morte di Sadie viene archiviata come suicidio, ma non tutti a Littleport credono a questa versione. Perché, quella notte, qualcuno ha agito senza pensare. E qualcuno ha mentito. La lista degli invitati si trasformerà presto in quella dei sospettati e Avery, in qualche modo, si ritroverà in cima a quella lista

RECENSIONE

Vuoto e incerto, ecco come appare il futuro della giovane Avery. Dopo aver perso genitori e nonna, la protagonista affronta il suo destino con disperazione e tristezza finché nella sua vita appare Sadie, la figlia più giovane della famiglia più ricca di Littleport.

I Lomar vengono considerati quasi i proprietari di questo paradiso di terra, dove i newyorkesi trascorrono le loro vacanze estive. Piena di fascino, spensierata e colorata, ecco come appare la cittadina durante i mesi estivi.

Le strade e i bar, che durante l’inverno sono desolati, si riempiono di voci, risate, musica. Avery però sa che tutto questo è solo una facciata, un breve fugace squarcio nei segreti che si annidano di porta in porta, di casa in casa. Il racconto si apre con il resoconto della grande festa, l’ultima occasione per tutti i giovani di Littleport di salutarsi e tornare ognuno alle proprie vite in città.

Proprio durante quest’evento, che viene ripercorso più volte nel corso del libro, arricchito di nuovi particolari, viene annunciata la morte di Sadie. Inspiegabile, ineluttabile, una doccia fredda che spegne la voglia di qualsiasi tipo di divertimento.

Avery è certa, però, che quello che tutti credono si tratti di un suicidio, è in realtà un omicidio. E attraverso il suo racconto dell’anno dopo, e con una lista di nomi presenti alla festa, scoprirà ben presto che la città nasconde moltissimi segreti.

Chi come me ama i teen drama con tinte thriller, allora troverà ne La lista dei sospetti, il romanzo giusto.

Ho adorato la struttura dei vari luoghi e personaggi, descritti talmente bene da essere quasi vicino a loro.

Tinta di aspetti paurosi, questa cittadina rappresenta bene il vertice delle alte società.

Quasi intoccabile, trasparente all’esterno ma marcia al suo interno, è come una matrioska dove al suo dentro, strato dopo strato, sveliamo il vero segreto.

Avery è una di quelle protagoniste che o si odia o si ama.

E io l’ho amata. Tenta in ogni modo di capire perché la sua amica sia stata uccisa, e lo fa andando contro quella famiglia che le ha aperto le porte e l’ha accolta.

Un bel libro che ho divorato, uno di quelli che ti porti appresso per poter capire come va a finire.

Traduttore: Annalisa Carena
Editore: Piemme
Pagine: 359
Anno pubblicazione: 2022

AUTORE

Megan Miranda: Ha studiato al MIT, e vive in Nord Carolina. All the missing girls è il suo primo thriller, che è stato un importante best-seller internazionale. Ha scritto anche diversi romanzi per ragazzi.

Condividi questo articolo:

Potrebbero interessarti anche: